07/03/2011
MUD 2011: Circolare del 2 marzo, n. 6774, indicazioni operative
La Circolare 2 marzo 2011 n. 6774 del Ministero dell’Ambiente contiene indicazioni operative per la compilazione del M.U.D. 2010, da presentare il 30 aprile 2011 e per quelli del primo semestre 2011 da presentare il 30 dicembre 2011. Sono tenuti a presentare la denuncia le aziende che producono rifiuti pericolosi e quelle che producono rifiuti non pericolosi con più di 10 addetti.
La Circolare 2 marzo 2011 n. 6774 del Ministero dell'Ambiente contiene indicazioni operative per la compilazione del M.U.D. 2010, da presentare il 30 aprile 2011 e per quelli del primo semestre 2011 da presentare il 30 dicembre 2011. A seguito dell’introduzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI, è venuta meno, per i soggetti tenuti ad aderire al SISTRI, la necessità di comunicazione, ai sensi della legge 70/94, dei dati relativi ai rifiuti prodotti, gestiti e movimentati già inseriti nel sistema informatico. In particolare, con il decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, che, modificando il decreto legislativo n. 152/2006, ha introdotto, tra l’altro, l’articolo 264-bis, sono state abrogate, con decorrenza dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo medesimo, le norme concernenti le parti del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) di cui al DPCM 27 aprile 2010 riguardanti i produttori di rifiuti e le imprese e gli enti che effettuano il trasporto di rifiuti speciali, nonché i soggetti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti e gli intermediari e commercianti di rifiuti senza detenzione, ora tenuti ad iscriversi al SISTRI. Il Ministero ha distinto tra: - i soggetti che devono presentare la "dichiarazione SISTRI" (per adempiere agli obblighi di comunicazione), - chi deve presentare la dichiarazione M.U.D. - chi non deve presentare alcuna dichiarazione. Non devono presentare nessuna dichiarazione per i dati 2010: - i soggetti che effettuano attività di raccolta e trasporto rifiuti; - i commercianti e gli intermediari senza detenzione; - i consorzi istituiti per il recupero di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione per conto dei consorziati. Presentano la dichiarazione SISTRI con i modelli predisposti dal Ministero e ritrovabili sul portale SISTRI o compilando le schede del Capitolo 1 rifiuti della modulistica M.U.D. 2010 e presentandole alle camere di commercio: - le imprese e gli anti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento rifiuti; - i produttori iniziali di rifiuti pericolosi (tranne gli imprenditori agricoli con volume d’affari non superiore a 8.000 euro); - i produttori iniziali di rifiuti non pericolosi si cui all’art. 184 lett. c) d) e g) (c i rifiuti da lavorazioni industriali, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 185, comma 1, lettera i); d) i rifiuti da lavorazioni artigianali; e) i rifiuti da attività commerciali; g) i rifiuti derivanti dalla attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;) con più di dieci addetti. Presentano la dichiarazione SISTRI al 31 dicembre 2011 (quindi solo per il periodo 1 gennaio 2011 – 31 maggio 2011), i soggetti che effettuano raccolta, trasporto trattamento veicoli fuori uso.
Condividi su: Facebook  Twitter  MySpace 
 
Visita la mia pagina su Facebook